cibo agricolo libero

 cibo_agricolo_libero_NEW

Caseificio “cibo agricolo libero”

Casa circondariale Rebibbia femminile

 

Nella periferia di Roma esiste una realtà complessa, controversa, spesso dimenticata e abbandonata
che è il carcere di rebibbia.

Noi della Prolocodol abbiamo tentato a nostro modo di entrare in contatto con le detenute dando vita alla realizzazione di un caseificio che abbiamo chiamato “cibo agricolo libero”

Pochi sanno che all’ interno della sezione femminile di rebibbia c’ è una vasta parte di terreno coltivata con metodo biologico e allevamenti di animali come pecore, conigli, polli e tacchini. In questo contesto in cui le mura di recinzione sembrano lontane, è diventata realtà il nostro progetto di caseificio. In questa vera e propria azienda agricola lavorano già 18 donne e con l’ apertura del caseificio hanno trovato un impiego retribuito altre 4 donne .

La cosa di cui più necessitano queste donne è un’ occupazione che le tiri fuori dalle celle, che dia dignità al loro tempo sottratto alla libertà e non le faccia cadere la mente nella depressione che l’ alienazione del carcere produce.

Abbiamo chiamato i formaggi fatti dalle donne con dei numeri: formaggio 1, formaggio 2 e formaggio 3, a sottolineare l’alienazione che può crearsi all’interno di un posto dove i numeri spesso sono identificativi di un posto come le celle o un numero di matricola.

Crediamo che questa esperienza possa contribuire a buttare giù un pezzo di muro di incomunicabilità tra chi è dentro e fuori il carcere, possa dare a queste donne un’ altra oppurtunità di vita e una speranza nel futuro fuori da qui attraverso l’ acquisizione di un mestiere e la possibilità di una più reale integrazione sociale al fine pena.

Renata ” fare la ricotta è una passione che mi fa vivere. Lavorare in carcere mi fa dimenticare il carcere, grazie ai nostri amici che ci hanno dato questa opportunità”

Berenice ” lavorare qui e poter vedere la trasformazione del latte mi fa pensare alla trasformazione della vita in se’ , mi permette di mettere alla prova le mie capacità e tenere sempre viva la voglia di imparare.”

Alina “grazie a tutti coloro che mi hanno offerto questa opportunità di lavorare ed imparare tante cose belle e utili per la vita”.

Scarica il logo di CIBO AGRICOLO LIBERO

Copyright © dioriginelaziale 2017 - email: dol@dioriginelaziale.it - cell: +39 06 24300765 - indirizzo: via Domenico Panaroli 35, 00171, Roma